Fermignano

Centro disturbi alimentari è 'modello'

Nei primi nove mesi dell'anno il Centro dei disturbi del comportamento alimentare di Umbertide ha operato 45 "ricoveri salvavita" ed erogato oltre 2 mila e 100 prestazioni. E' quanto emerso da un bilancio dell'attività della struttura. "L'ambulatorio si inserisce nella rete per il trattamento dei disordini alimentari dell'Usl Umbria 1 - ha ricordato il direttore generale Andrea Casciari - che comprende i due centri di Todi dedicati all'anoressia e bulimia e quello Dai di Città della Pieve specializzato per l'obesità. Si tratta di un'organizzazione unica nel panorama della sanità pubblica". Per l'assessore regionale Luca Barberini "il Centro di Umbertide rappresenta un'eccellenza, a disposizione di tutta la comunità umbra e non solo, in grado di dare risposte efficaci e di qualità a bisogni di salute particolari, grazie a un approccio multidisciplinare e a una forte integrazione con l'ospedale e il territorio".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie